Powered by Invision Power Board



  Reply to this topicStart nuova discussioneStart Poll

> Tanta voglia di vivere
 
limhop
Inviato il: Giovedì, 12-Gen-2017, 15:22
Quote Post


Member
**


Messaggi: 122
Utente Nr.: 290
Iscritto il: 06-Feb-2015



Sono tornato, determinato a stare bene per davvero. Ho commesso degli errori, ma lo accetto e volto pagina in maniera nuova e positiva, riprendo da qui il percorso verso il benessere e il superamento di ogni ansia. Come si dice, meglio tardi che mai no?
Dedicherò una mezzora al giorno nello scrivere un diario di rivoluzione, senza interrompermi questa volta fino a quando ogni ansia non sarà debellata. Ho tanta voglia di vivere, mi manca troppo la vita, le mie passioni, le persone a cui voglio bene. Non posso più accettare che tutto sia filtrato dall'ansia, dalla depressione, dal doc e da qualsiasi cosa possa essere. Devo uscire dal loop. Devo uscire dal loop di continue analisi della mia situazione, di continua discussione dei sintomi che provo, di continue lotte in cui cerco di risolvere qualcosa di inesistente, perchè io di fatto so che non esiste nessun problema, ma proprio nessuno.
E allora riparto da me stesso, mi amerò ogni giorno di più, farò dell'amore verso me stesso, verso gli altri e verso il mondo la mia cura più forte.
Riprenderò a riassumere i diari di Zanji da dove ero rimasto prima di interrompermi. Mi sono interrotto perchè sono stato uno stupido, mi sono fatto sopraffare dall'ansia, dall'ossessione di non sapere cosa fare per risolvere l'ansia, dall'ossessione di analizzare e monitorare le mie sensazioni per cercare di spiegarle e risolverle. Un loop bello e buono come tutti quanti. Ogni giorno che passa deve essere un passo fuori dal loop e un passo verso la gioa della vita!
PMEmail Poster
Top
 
rax
Inviato il: Giovedì, 12-Gen-2017, 16:15
Quote Post


Advanced Member
*******


Messaggi: 1735
Utente Nr.: 38
Iscritto il: 27-Dic-2012



Grande rolleyes.gif

Forza hug.gif


--------------------
"Prendete tutto come un bel gioco. La serieta' è una malattia." (Osho)

"La via della consapevolezza è sempre all'altezza del tempo, del luogo e del modo in cui sono le cose, nei loro aspetti buoni e cattivi. A quel punto la sofferenza non dipende più dal fatto che il mondo sia buono o cattivo, ma da quanto siamo pronti a usare la saggezza nel momento presente. Dalla sofferenza si può uscire ORA, basta essere in grado di vedere le cose esattamente quali sono". (A. Sumedho).
PMEmail Poster
Top
Adv
Adv














Top
 
limhop
Inviato il: Venerdì, 13-Gen-2017, 02:34
Quote Post


Member
**


Messaggi: 122
Utente Nr.: 290
Iscritto il: 06-Feb-2015



CAP 87
Un errore in cui non bisogna cadere è quello di ABBANDONARE I DIARI APPENA SI INTRAVEDONO MIGLIORAMENTI,
perché questa è una intolleranza all'incertezza:
Ho paura del doc e quindi scappo.

Occorre amarsi nel profondo e ascoltare la propria anima, che molte volte ho trascurato, preso dalle ossessioni e dalle ansie. Lei è disposta a perdonarmi. E allora devo posare a terra tutta la voglia di rispondere emotivamente e pensare soltanto a fare vuoto interiore, ricordando che IL POTENTE FARMACO AGISCE AL POSTO MIO, NON HO BISOGNO DI FARE NULLA PERCHÉ LUI RISOLVE OGNI PROBLEMA DELLA MIA VITA SENZA CHE IO DEBBA MUOVERE UN DITO, e questo è l'emblema della non risposta perché pensare questo mi permette di gettare a terra le armi della lotta contro i pensieri e della ricerca di soluzioni: non è necessario, non ho bisogno di affaticarmi nella ricerca di pillole magiche, ci pensa il farmaco al posto mio.

Vanno superate le paure e le delusioni del passato, tutti hanno avuto dei sogni, i miei sono stati sormontati da ansie e depressioni ma questo non vuol dire che non possa realizzarli in futuro, anzi il rivalutare il passato in senso positivo, pensando magari che quei sogni li ho realizzati, non può che essere una spinta per inseguirli sempre di più.

Zanji si sofferma infine sul fatto che è inutile e controproducente stare a piangersi addosso con i propri compagni di forum, fare le vittime e compiacersi di quanto si soffre e si sta male.
PMEmail Poster
Top
 
icaro.
Inviato il: Venerdì, 13-Gen-2017, 23:31
Quote Post


Advanced Member
*******


Messaggi: 2680
Utente Nr.: 358
Iscritto il: 26-Mar-2016



Sfogati smile.gif

Però non fare diagnosi leggendo internet! E' come operarsi di appendicite da soli.

Inoltre, perchè aver paura di uno psicologo? Anzi ti consiglio uno psicoterapeuta.
Io ho trovato molto beneficio nella TCC, terapia cognitivo comportamentale.

https://it.wikipedia.org/wiki/Psicoterapia_...comportamentale

Questo è un link da leggere! smile.gif non aver timori, nessuno è perfetto.






--------------------
Qui e ora.
PMEmail Poster
Top
 
limhop
Inviato il: Sabato, 21-Gen-2017, 11:21
Quote Post


Member
**


Messaggi: 122
Utente Nr.: 290
Iscritto il: 06-Feb-2015



La non risposta all'ansia è un qualcosa di fondamentale, qualsiasi sia il contenuto dell'ansia, poco conta. Bisogna imparare a riconoscere tutte le intolleranze all'incertezza, e smontarle tutte, non cedere nemmeno ad una compulsione.
Ed anche dirsi "perfetto quindi basta che non mi rassicuro e starò bene per sempre" è una risposta all'ansia, è il cercare una pillola magica, una soluzione istantanea, un pensiero magico insomma, "basta che faccio così e tutti i miei problemi saranno risolti".
La vera non risposta all'ansia è qualcosa di più profondo, non rispondere all'ansia significa tollerare tutte le imperfezioni e le incertezze della vita, anche l'imperfezione di non riuscire a stare bene all'istante.
Come fare a farlo? Semplicemente non facendo nulla, lasciandosi attraversare dal pensiero, lasciandosi folgorare da esso come se fosse un qualcosa di istantaneo, arriva e fluisce.


Il doccato in mia opinione deve essere severo con se stesso, lui si conosce, lui sa che tutte le azioni che segue, tutti i suoi monologhi, tutte le frasi che ripete a se stesso e che gli portano via interi pomeriggi altro non sono che modi di rassicurarsi, altro non sono che una vera e propria droga, una droga che riesce a dargli il suo disperato bisogno di serenità per qualche secondo, ma che ovviamente è destinata a fallire nel lungo periodo.
Ma la cosa straordinaria è che è il doccato stesso, con il suo perfetto masochismo, a trovare imperfezioni nella rassicurazione stessa, perchè vuole una perfezione sempre maggiore. "ok questo pensiero mi ha rassicurato, MA....".


Ecco una metafora: il doccato è come un uomo con una ferita sanguinante che inizia a curarla, magari con una benda o dei trattamenti.
La ferita inizia a rimarginarsi ma proprio mentre è sulla giusta strada della guarigione lui inizia a chiedersi se l'abbia curata nel modo giusto, e preso da una forte sete di perfezione, prende un coltello e riapre la ferita, per poter così iniziare nuovamente a curarla con un metodo che in quel momento ritiene giusto, un metodo che riesca a placare momentaneamente la sua sete di perfezione.
PMEmail Poster
Top
 
limhop
Inviato il: Domenica, 22-Gen-2017, 03:35
Quote Post


Member
**


Messaggi: 122
Utente Nr.: 290
Iscritto il: 06-Feb-2015



Cosa è il doc se non una insaziabile sete di risposte instantanee? Chi ha il doc crede di avere un dubbio, un problema, un qualcosa su cui sbattere la testa, ma ciò che non vede è che in realtà il suo problema non è il dubbio, ma l'irrefrenabile bisogno di placare ogni imperfezione in maniera istantea, senza tollerare la benché minima incertezza. E di chi è la colpa se sono cosi? La colpa è solo mia. Le risposte e le rassicurazioni altro non sono che gettare benzina sul fuoco. Mi piace una similitudine che usa Zanji: il doc è come una costruzione di lego che noi stessi abbiamo costruito negli anni, aggiungendo ogni giorno un nuovo mattoncino, e abbiamo fatto in modo che questa costruzione sia diventata enorme e che quindi ci desti tanto spavento.
Ma su cosa è basata questa costruzione ? Sul nulla.
Tutto ciò che resta da fare ora è lasciar scorrere, lasciar scorrere tutto, non importa se non sto bene subito, perché la voglia di stare bene altro non è che ansia! In effetti pensandoci, se so che non esiste nulla, nessun reale motivo per cui dovrei star male, perché dovrei aver voglia di star bene? Star bene per fuggire da cosa? Star bene per risolvere cosa? Star bene per risolvere il nulla? La voglia di star bene quindi non è che altra benzina sul fuoco.
Nulla importa, importa solo fare silenzio interiore. Tutto scorre, nulla è per sempre. Un profondo senso di pace mi pervade. Nessuna fretta, esisto solo io, sono perfetto così come sono, non ho bisogno di altro. Ogni intolleranza, ogni fastidio che imparo a riconoscere ogni giorno di più lo poggio a terra e lo lascio esistere li cosi come è, non c è bisogno di intervenire in nulla, nessuna lotta è necessaria.
Nulla è necessario, nessuno sforzo, nulla di nulla.
Ogni singolo pensiero lo osservo arrivare e fluire via, non intervengo, tollero ogni incertezza. Non posso e non ho il bisogno di tenere tutto sotto controllo.
E anche la domanda "sto facendo la cosa giusta? Sto facendo bene?" La lascio fluire. La osservo così com'è, la osservo scorrere.

PMEmail Poster
Top
 
rax
Inviato il: Mercoledì, 25-Gen-2017, 13:56
Quote Post


Advanced Member
*******


Messaggi: 1735
Utente Nr.: 38
Iscritto il: 27-Dic-2012



Perfetto psichewink.png

Come va?


--------------------
"Prendete tutto come un bel gioco. La serieta' è una malattia." (Osho)

"La via della consapevolezza è sempre all'altezza del tempo, del luogo e del modo in cui sono le cose, nei loro aspetti buoni e cattivi. A quel punto la sofferenza non dipende più dal fatto che il mondo sia buono o cattivo, ma da quanto siamo pronti a usare la saggezza nel momento presente. Dalla sofferenza si può uscire ORA, basta essere in grado di vedere le cose esattamente quali sono". (A. Sumedho).
PMEmail Poster
Top
 
Melq
Inviato il: Mercoledì, 01-Feb-2017, 11:53
Quote Post


Advanced Member
*******


Messaggi: 1175
Utente Nr.: 215
Iscritto il: 21-Mar-2014



Bravi Limhop !

Bella la metafora della ferita !

Semo popo tonti!


--------------------
L'intelligenza è una caratteristica che, per la sua stessa definizione, è destinata ad essere incompresa. (Melq)


e questa è la controprova che il doc non c'entra NIENTE con il contenuto di questi miei pensieri, il doc al contrario c'entra moltissimo con un meccanismo di gestione dell'ansia difettoso e che si attacca a qualsiasi cosa sia in grado di generare ansia per ottenere questa benzina e ...correre (Zanji)
PMEmail Poster
Top
 
Rebirth
Inviato il: Domenica, 05-Nov-2017, 13:51
Quote Post


Newbie
*


Messaggi: 9
Utente Nr.: 417
Iscritto il: 02-Ott-2017



Ti appoggio! Anch'io sto intraprendendo la mia strada verso la libertà da tutto!
Forza e coraggiooo, la destinazione è vicina gh.gif


--------------------
La vita è per tutti ma la felicità è solo per i coraggiosi.
PMEmail Poster
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 1 (1 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Topic Options Reply to this topicStart nuova discussioneStart Poll

 



[ Script Execution time: 0.8956 ]   [ 19 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]

Skin Created by Scyth (Shadowillusions.com)