Powered by Invision Power Board



Pagine : (3) [1] 2 3   ( Vai al primo messaggio non letto ) Reply to this topicStart new topicStart Poll

> Sogno Numero Due . . ., Io ricomincio da capo . . .
 
Williams
Inviato il: Giovedì, 27-Dic-2012, 20:17
Quote Post


Member
**


Messaggi: 136
Utente Nr.: 37
Iscritto il: 27-Dic-2012



# Nota Introduttiva #

Un discorso introduttivo a questo mio nuovo thread è quesi d'obbligo!

Anzitutto voglio spiegarvi il perchè del titolo . . . Per sogno numero due, canzone di Faber, intendo un secondo sogno in senso metaforico. . . attenzione ma non perchè battere il doc è un sogno, un utopia anzi! "Sogno numero due" sta quasi a simboleggiare che dal doc ne sono uscito anche se poi ne sono rientrato! Quindi voglio sfatare questo mito del "dal doc non si esce"! Perchè eccomi! Ero un reduce! Ho vissuto con un doc talmente indebolito che era quasi per collassare . . . eppure ho erroneamente preso la cosa sotto gamba!


Molti di voi sanno già chi sono. . . Molti mi stimano, molti mi amano, molti mi dicono che sono bellissimo (lo so lo so. . . non potete farne a meno ahah ), ma ci sono anche molti che mi disprezzano perchè magari pensano che sono uno che parla a vanvera, che sono una pappamolla, e nella fattispecie c'è chi magari pensa e/o dice testuali parole: <AOO anvedi a quello! Dice che dal doc se pò guarì . . . a Busciardo! >.

Eh ma io non posso farci niente se la pensi così . . . sei tu che devi darti da fare! Non ti dico di imitarmi, perchè anche io sbaglio e dunque sbaglieresti di conseguenza, ma vorrei solo dirti e farti capire che -> SE CONTINUI A STARTENE SEDUTO DI FRONTE ALLO SCHERMO E A PREMERE INSISTENTEMENTE COL MOUSE SULLA CARTELLA "DISTURBO OSSESSIVO COMPULSIVO", NON VAI DA NESSUNA PARTE! ANZI CONTINUI A SFAMARE IL TUO AMICO DOC ! MA STAVOLTA IL TERMINE "AMICO" NON è SCHERZOSO BENSI' E' UN TERMINE SINCERO PERCHE' PER DARGLI DA MANGIARE E TENERLO IN VITA LO DEVI VEDERE SOLTANTO COME AMICO, SE NON COME FRATELLO!

E non prendetela come una critica! INCAZZATEVI per bene e cominciate il vostro percorso! Anche se sbagliato! Perchè benedetto sia chi dice ed afferma "che sbagliando si impara"!

Infatti io sono qua perchè ho sbagliato qualcosa . . . e voglio imparare perchè devo , da buon studente, colmare la mia lacuna! E tutto questo lo faccio per me ripeto per ME! Cazzo ma se non lavoro per ME , per stare meglio , per chi cazzo devo lavorare?? Per Lusi? Per Berlusca? Per Bossi? Per Er TROTA?? Per ER BATMAN?? Per la Polverini?? Per la Minetti?? (Mi fermo perchè la lista sarebbe troppo ma troppo lunga!)

Aggiungo una cosa. . . capisco voi che spesso scrivete "Oggi non ho voglia" o "Che palle scrivere pagine e pagine" o ancora un semplice "Mi scoccio". Eh normale! Forse è proprio questa pigrizia che ci tiene saldi al nostro DOC. . . Ma forse è proprio questa pigizia una componente del doc, uno stratagemma che gli da la sicurezza assuluta di una sua lunga permanenza! E' un po come un mafioso: egli sa che il commerciante non si ribella per paura (nel nostro caso è per pigrizia) e quindi dorme tranquillo perchè SICURISSIMO CHE A FINE MESE AVRA' IL PIZZO!

ALLORA PERCHE' NON SCUOTIAMO IL DOC? FACCIAMOLO SPAVENTARE CON OLIO DI GOMITO E SUDORE! Dunque CONVINCETEVI CHE CON LA FATICA SI OTTENGONO PROGRESSI! LA FATICA E' L'UNICA CERTEZZA LOGICA CONTRO IL DOC!



Una domanda: Williams perchè hai aperto un altro thread? Cioè in passato ne hai aperto altri come "Il Congresso Di Vienna" e "La Scossa Dei MIlle Fulmi Di Zanji", che ne sarà di loro??

Sarà un percorso diverso . . . Il Congresso Di Vienna è stato fondamentale per me... Il titolo fa capire tutto: come è stato per la storia COSì è STATO PER LA MIA MENTE! Un ritorno all'equilibrio, una sorta di comprensione dei miei errori e di quello che era giusto fare! E questo è grazie a ciò che ho scritto perchè anche se molti interventi erano errati mi hanno dato la possibilità di modificarli e correggerli! Quindi consiglio vivamente di leggere cn attenzione quello che scrissi! Ogni tanto lo upperò

La Scossa Dei MIlle Fulmini Di Zanji è un'opera incompiuta! Quindi la riprendo volentieri perchè grazie a questa ho avuto modo di comprendere meglio le teorie di Zanji e soprattutto di APPLICARLE! Continuerò senza dubbio!

E sono certo che ora vi starete chiedendo : <Perchè minchia ne hai aperto uno nuovo?? Ma sei coglione??>.
Ed ora arriva il bello! Vi ho parlato qualche verso fa della pigrizia e della "non voglia" di compiere un esercizio e/o di scrivere e scrivere! Anche io sono un umano e come voi spesso mi scoccio! Forse troppo spesso. . . allora voglio compiere un percorso diverso . . . voglio che la mente sia attratta dallo scrivere! Come una droga, come un gioco! Questo perchè spesso mi viene da pensare : MA SE DA BAMBINO QUALCUNO MI AVESSE FATTO VIVERE LO STUDIO COME QUALCOSA DI DIVERTENTE, COME GIOCARE A CALCIO O COME UNA PARTITA AD UN VIDEOGAME, ORA , PER ME, STUDIARE SAREBBE COME QUALCOSA DA FARE PER SVAGO, PER DIVERTIMENTO! E DUNQUE NON COME QUALCOSA DA FARE CON FORZATURA E NOIA! Cioè capito il concetto??
E' una cosa interessante questa. . . Ed io allora voglio provare a cambiare il mio modo di pensare! Partendo da questa base: RENDERE IL LAVORO COME QUALCOSA DI DIVERTENTE, DI RILASSANTE E NON FORZATO! Ed allora come posso elidere o almeno rendere meno rigido questo vincolo?? Usando ciò che mi interessa, ciò che mi fa divertire, ciò che mi incuriosisce! Ecco perchè questo nuovo thread! Ecco perchè tratterò capitoli e capitoli in modo diverso, fuori dal comune (cioè dalla mia "monotonia" nello scrivere! ). . .

Mi vedrete in molti casi "Divertente", in altri "serio". . . Ma quello che renderà diverso, almeno dal mio puntodi vista, e mi attrarrà saranno gli interventi che farò, inteventi che si intrecciano con quello che mi incuriosisce, con quello che mi da piacere d scrivere e di collegare a strategie! Spero di essermi spiegato. . .
E sicuramente noterete che sono un cazzo di patito per la filosofia, per il modo di pensare di noti e non autori del passato, di poeti e di musicisti veri (E DICO VERI PERCHE' INTENDO COLORO CHE FANNO MUSICA A SCOPO SIGNIFICATIVO TRA CUI SPICCHERA' SICURAMENTE IL CARO DE ANDRE')!

Ce ne sono di cose . . . Proprio se non volete allontanarvi dal doc!

Aggiungo qua i diversi capitoli trattai! Ovviamente sono dei collegamenti e premedo sopra aprirete direttamente il capitolo scelto :


# # INCIPIT # #

# # Talor, mentre cammino per le strade . . . m'incazzo in positivo ! # #

# # Al Ballo Mascherato # #

# # Safari Dentro La Mia Testa # #

# # Cambiare comportamento per sbloccare il cervello! # #

# # Non Sono Io . . . è Il Mio Doc # #

# # Noi Al Fianco Di Noi # #

# # Con Virgilio Nel Nostro "Inferno" # #

# # S'I Fosse Foco # #

# # " Scappò Via Con La Paura Di Arrugginire, Il Giornale Di Ieri Lo Dà Morto Arrugginito "# #

# # Le Nuvole # #

# # “ La Maldicenza Insiste, Batte La Lingua Sul Tamburo ” # #

# # " Quel Che Ti Fa Bene ” # #

# # “L’Equilibrio E’ Illusorio” # # INEDITO

# # In Una Vita Normale # #

# # Come Ti Senti Amico, Amico Fragile # #
PMEmail Poster
Top
 
Williams
Inviato il: Giovedì, 27-Dic-2012, 20:18
Quote Post


Member
**


Messaggi: 136
Utente Nr.: 37
Iscritto il: 27-Dic-2012



# # INCIPIT # #


Scrivere. . . Questo è ciò che può cambiare il mio modo di pensare, di ragionare e di relazionare! Perchè a noi doccati spesso ci avolge un mantello di "stranezza", di inadeguatezza, di inferiorità . . . questo significa che abbiamo delle difficoltà nel vedere la realtà, a sentirci "normali" in qualsiasi contesto!
Lo dico perchè io ne sono il primo: Williams, un ragazzo che spesso si trova in difficoltà nei contesti mai incontrati! Un semplice esempio magari è stata la prima settimana universitaria; in quei giorni sentivo un senso di inadeguatezza al posto, mi sentivo come se non avessi nulla a che fare con le persone, lo studio, la facoltà circostante! Fuori luogo come un pesce fuor d'acqua! Eppure pian piano ci si ambienta a questi nuovi contesti magari tamite nuove amicizie o semplicemente rilassandoci e relazionandoci diversamente con quello che ci circonda!
Io sono convinto che alla base del DOC c'è qualcosa di più . . . e questo non lo penso solo io : lo stesso Zanji parlava di convinzioni errate che a lungo circolano nella nostra mente! Anche il semplice "Ma porca zozza capitano tutte a me?" è sintomo di una presenza al plurale; questo perchè tal semplice frase se ben compresa ed espolarata significa ben altro di una frase lanciata così alla "cazzo di cane"! Ha un significato più profondo, quasi nascosto! Ed allora lasciamoci avvolgere dal simbolismo, lasciamo scorrere dentro di noi il fiuto da detective o più semplicemente , tornando al discorso letterario del simbolismo, lasciamo che il nostro Baudelaire venga allo scoperto! Perchè quella semplice frase può essere sintomo di qualcosa perchè deriva da convinzioni errate. . . Ecco cosa potrebbe nascondere:
Doc da "Sfigato"
Vittimismo (che generalmente sfocia in tristezza)
Complesso di Inferirità
Perdità o diminuzione dell'autostima .

Sono solo quattro quelle citate . . . ma ricordatevi che io di disturbi ne so meno di una spogliarellista che fa il meccanico!
Immaginate dunque quali altri potrebbero essere le cose che nasconde! MA SOPRATTUTTO IMMAGINATE COSA POTREBBE ACCADERE SE UNA PERSONA SE LE RIPETESSE DENTRO SE', COME UN DISCO ININTERROTTO, PER ANNI E ANNI! Allora si che non si ipotizzerebbero i disturbi bensì li vedremo con i nostri sensi!

Ma questa è solo una teoria . . . pffff teoria!
NOI NON SIAMO QUA PER PETTINARE LE BAMBOLE! LE NOSTRE TEORIE DEVONO ESSERE CONVINZIONI ! DEVONO ESSERE I CARDINI DEL NOSTRO PENSARE!
PMEmail Poster
Top
Adv
Adv














Top
 
Williams
Inviato il: Giovedì, 27-Dic-2012, 20:25
Quote Post


Member
**


Messaggi: 136
Utente Nr.: 37
Iscritto il: 27-Dic-2012



# # Talor, mentre cammino per le strade . . . m'incazzo in positivo ! # #

Come detto non tratterò solo di Doc perchè credo che questo è una delle diverse componenti, che magari spicca di più ora, derivate dalle sbagliate convinzioni. Queste influenzano il nostro modo di ragionare, di compartarci e di relazionarci non solo con gli altri maanche con gli episodi, le cose, la vita!

Talor, mentre cammino per le strade

<Talor, mentre cammino per le strade
della città tumultuosa solo,
mi dimentico il mio destino d'essere
uomo tra gli altri, e, come smemorato,
anzi tratto fuor di me stesso, guardo
la gente con aperti estranei occhi.

M'occupa allora un puerile, un vago
senso di sofferenza e d'ansietà
come per mano he mi opprima il cuore. . . >

Anche se la poesia di Camillo Sbarbaro continua, io mi fermo a questo verso perchè fin qui egli parla di estranietà. . . Ciò lo si evince partendo dal fatto che guarda la vita della gente dall'esterno, perchè si è estraniato tanto da dimenticare che anch'egli fa parte della condizione umana . . . A mio avviso la sofferenza e l'ansietà , nell'ottavo verso, fanno comprendere ciò che ho detto in precedenza.

Ma se siamo quaun motivo c'è! Dobbiamo darci da fare, muovere le chiappe e cominciare il percorso!
NON VOGLIO ESSERE SCHIAVO DELLA MIA MENTE, NON VOGLIO ESSERE SCHIAVO DEL DOC, DELLA CARENZA DI STIMA, DEL VITTIMISMO! IO SONO IO! IO SONO LA LIBERTA' .
Carichiamoci di rabbia positiva! Inculcatevi di frasi e frasi che vi diano rabbia e sfruttatela in modo convincente, in modo giusto!

IO VOGLIO STARE IN MEZZO LA GENTE IN QUALUNQUE SITUAZIONE , ANCHE SOLO IN MUTANDE O FACENDO QUALCHE ALTRA FIGURACCIA , SENZA CHE DEBBA SENTIRE QUELL'ANTIPATICO SENSO DI INADEGUATEZZA, SENSO DI ESTRANIETA'! SENZA CHE IL VITTIMISMO MI ASSALGA! SENZA CHE IL DOC MI SCAGLI ADDOSSO OSSESSIONI SU UN QUALSIASI ARGOMENTO!
- Cazzo se continuo caricarmi! IO VOGLIO ESSERE LIBRO DI GIUDICARE E DI ESSERE GIUDICATO! LIBERO DI PENSARE UNA QUALSIVOGLIA CAZZATA/MINCHIATA/SUPERCAZZOLA SENZA CHE TU, MIO CARO DOC, DEBBA INVERVENIRE CON I TUOI "MA SE FAI COSI ALLORA..."/ "SOLO UN OMOSESSUALE/PEDOFILO/NON AMANTE DELLE SUA RAGAZZA/ CAMIONISTA/ SERIAL KILLER/ BIDELLO/ SPOGLIARELLISTA/ ECC ECC FA UNA COSA DEL GENERE" !

TU NON SEI IL MIO INCUBO! IO SARO' IL TUO: PERCHE' AD OGNI TUA OSSESSIONE IO RISPONDERO' COL SORRISO! PERCHE AD OGNI TUA OSSESSIONE IO RISPONDERO' CO ... PERCHè AD OGNI TUA OSSESSIONE IO RISOND . . . PERCHE ADO OGNI TUA OSSESSIONE IO! PERCHE' .... ! .... PERCHE' IO NON TI RISPONDERO'!

I TUOI TRANELLI? I TUOI ATTACCHI D'ANSIA? I TUOI MILLE DUBBI?? MA TIENILI PER TE! A ME NON SERVONO! CHE ME NE FACCIO?? IO SONO INDIFFERENTE!

E DA UOMO INDIFFERENTE PROMETTO DI NON COMPULSARE, NON RISPONDERE A TUE DOMANDE O A TUOI DUBBI, NON CEDERE ALL'ANSIA, NON INFILARMI IN RAGIONAMENTI DOCCATI, NON EVITARE LE COSE, DI NON ESSERE INTOLLERANTE ALL'INCERTEZZA!
Ed aumentate la vosta rabbia positiva . . . e sfruttatela a lungo!
PMEmail Poster
Top
 
Williams
Inviato il: Giovedì, 27-Dic-2012, 20:28
Quote Post


Member
**


Messaggi: 136
Utente Nr.: 37
Iscritto il: 27-Dic-2012



# # Al Ballo Mascherato # #

Eh si . . . abbiamo già detto spesse volte che non c'è solo il doc da relazione o quello omosex o quello pedofilo. . . o meglio il doc è uno ma se vogliamo scomporlo in classi allora di doc ce ne sono tanti e tanti!
Zanji nei suoi primi capitoli espone un concetto importante sui diversi tipi di doc e , metaforicamente, immagina tutti questi che entrano come infiltrati ad una festa! Ovviamnte infiltrati scomodi!!


Ecco però, e non smetterò mai di ripeterlooooooooo, che tra i diversi doc spunta forse quella che è la base del doc : la tristezza! Dico la base perchè,ragionando per logica, mi verrebbe da ridere se vedessi una persona che sprizza felicità da ogni poro ma che soffre di doc! E' UN PARADOSSO! Il doc è forse è come l'inserto di repubblica o della gazzetta, dove il giornale è la tristezza e l'inserto è il doc!
Ma a parte queste considerazioni io vi chiedo di stravolgere un po il tutto! IMMAGINATEVI A QUESTO BALLO MASCHERATO!


{ Strategia . . . ma che! REGOLA DELLA VITA! }






Un insieme di personaggi vengono citati da De Andrè ne "Il Ballo Mascherato" .
Una canzone che ha a che vedere con la nostra strategia e con la nostra festa! Questo brano, collegato agli altri dell'album "Storia di un impiegato", tratta di un uomo che influenzato dai moti rivoluzionari del '68 sogna di esser l'artefice della fine di quello schifo politico! Viene così preso dall'euforia della rivoluzione dei sessantottini tanto che la notte sogna di questi celebri personaggi, che sono la causa del conflitto, della rivoluzione, che sono presenti ad un ballo mascherato .

Nel sogno immagina si essersi "infiltrato" nel ballo e, dopo aver identificato i diversi personaggi, piazza una bomba al ballo mascherato della celebrità! Inoltre avvisa ai futuri governatori di non commettere gli stessi errori dei precedenti :

< E adesso puoi togliermi i piedi da dosso, amico che mi hai insegnato il come si fa! Senò ti porto indietro di qualche minuto, ti metto a conversare, ti ci metto seduto . . .>

Lui può e noi no?? A che serve la fantasia?? FACCIAMOLO ANCHE NOI!

IMMAGINATEVI CAMERIERI IN QUEL BALLO MASCHERATO OVE DOC, TRISTEZZA E COMPAGNIA BELLA CONVERSANO E RIDONO ALLE NOSTRE "DISGRAZIE"! CONTINUATE AD IMMAGINARLI! ORA LI VEDETE SORRIDERE QUANDO NOI PIANGIAMO, ORA LI VEDETE MANGIARE ED IRROBUSTIRSI QUANDO NOI COMPULSIAMO, ORA LI VEDETE BALLARE E FESTEGGIARE QUANDO NOI RAGIONIAMO SU DI LORO, ORA LI VEDETE MOLTIPLICARSI QUANDO NOI CONTINUIAMO A PIANGERE, A COMPULSARE E A NUTRIRLI IN QUALSIASI GENERE! . . . CERTO CHE SANNO COME FARE LA BELLA VITA! IMMAGINATE CHE PERSINO I CARI LUSI E FIORITO NE SAREBBERO INVIDIOSI!

ED ALLORA?? VOLETE CONTINUARE A STARE A GUARDARE IL LORO DOMINARE?? O PREFERITE RIPRENDEVI LA FESTA E BUTTARE VIA QUESTI PROCI?? IMMAGINATEVI ULISSE DELLA SITUAZIONE! COSì MENTRE FANNO I COMODI LORO NOI AGIAMO PIAZZANDO UNA BELLA BOMBA!

E SE USCIAMO DALLA SFERA FANTASTICA CI ACCORGIAMO CHE LA NOSTRA BOMBA è LA FELICITA'! SI LA FELICITA' E LE SUE COMPONENTI!
Sto parlando niente di meno che di rilassamento, sorriso, gioia, calma e tranquillità! INSOMMA A NOI NE BASTANO POCHE PER FAR TREMARE IL DOC! QUESTE POCHE LE POSSIAMO TROVARE SENZA ALCUN PROBLEMA NELLA AZIONI QUOTIDIANE! ANCHE SOLO USANDO LA FANTASIA, IMMAGINANDO DI RICEVERE UN REGALO DA NOI DESIDERATO ... ANCHE CON QUESTA CAZZATA DI PENSIERO SI TRAGGONO BENEFICI!

NOI PURTROPPO SIAMO SINTETIZZATI SUL CANALE DELLA TRISTEZZA, DELLA DEPRESSIONE, DEL MONOTONO! DOBBIAMO RITORNARE SULLE FREQUENZE DELLA FELICITA'! DELLA GIOA! DELLA STARE BENE!
ALLORA OGNI GIORNO CONCEDETEVI FUGHE DI FANTASIA! CONCEDETEVI UN SORRISO ANCHE SE STRAPPATO! FINGETE ANCHE CON VOI STESSI DI ESSERE FELICI! DI AVERE ENERGIE A DISPOSIZIONE PER LO STAR BENE!

Citando qualche slogan direi proprio "SE NON ORA QUANDO?!"!
PMEmail Poster
Top
 
Williams
Inviato il: Giovedì, 27-Dic-2012, 20:31
Quote Post


Member
**


Messaggi: 136
Utente Nr.: 37
Iscritto il: 27-Dic-2012



# # Safari Dentro La Mia Testa # #

Una canzone di qualche anno fa di Jovanotti diceva: < Safari dentro la mia testa, ci son più belve che nella foresta! > ed ancora < . . . Ognuno danza col suo demone ed ogni storia finisce bene > . . . Banale frase per un normale ascoltatore ma non per noi . . .
Ho capito che bisogna sfruttare qualsiasi cosa per fare del bene a me stesso . . . Devo piallarmi di convinzioni , di positività, di rabbia positiva! E quindi mi servo della scrittura!

Ballare con il "demone" mmm. . . Jovanotti mi fa pensare a qualche strategia su chiave fantastica; la fantasia è una cosa particolare, un carattere da sfruttare in modo positivo in contrasto con il doc! Anche lui la sfrutta ma noi non ci sottomettiamo al doc! Anche perchè la fantasia che usa non è altro che una sciocchezza rispetto a ciò che potremo fare noi!








{Strategia . . .}

Prima di questa rilassante strategia vorrei precisare una cosa . . . Se avete notato il termine " demone " è stato messo tra virgolette . Si si sono certo che sapete perchè eheheh ! Il nostro fantasmino Doc NON deve essere ESALTATO! Anzi BISOGNA SMINUIRLO! E oltre a renderlo sempre più piccolo dovete ASSOLUTAMENTE , almeno per come la vedo io, inserirlo nei diversi contesti della vita! Sapete cosa significa? NORMALIZZARE IL DOC ! EH SI. . . Zanji correggimi se sbaglio ma io sento troppa gente, ma troppa troppa, che vede il DOC COME UN INSORMONTABILE PROBLEMA, COME UN DISTURBO CHE COLPISCE UNA DETERMINATA CERCHIA DI PERSONE , COME QUALCOSA DI PIU' DI UN DISTURBO, UNA COSA CHE SFIORA QUASI LA PAZZIA. . . Vorrei dire a questi "dotti" che dovete cambiare il vostro modo di pensare e di vedere il doc! Già il termine DOC non vi stufa? DOC DOC DOC DOC DOC! Cominciatevi a convincere che il DOC è un DISTURBO NORMALISSIMO! Anzi credo che qualcuno, più esperto e più coraggioso, lo giudichi come qualcosa di normale che è legato all'ansia ma soprattutto al mondo di oggi . . . Tra questi cito Giosmile che mi stupisce sempre con i suoi interventi! (Zanji, Simmi non vi ingelosite! ) Andate a leggere qualche suo ultimo intervento! Ma già dalle prime pagine del suo thread si evince che il mondo odierno ci da basi sbagliate e queste basi sono le CONVINZIONI . . . Non voglio dilungarmi su questo, ne parleremo in altre occasioni!


Tornando al discorso della "NORMALIZZAZIONE" io consiglio un esercizio che postai qualche settimana fa sul thread di Anast (Mettersi Sempre In Discussione ), leggetelo, applicatelo e DATE UNA BELLA OCCHIATA A CIO' CHE SCRIVE ANAST PERCHE' OLTRE AD ESSERE INTERESSANTE è UTILE! : Mettersi Sempre In Discussione, Esercizio Williams

Comunque in parole povere l'esercizio consiste nell'attribuire un nome diverso al doc, in modo da far "respirare" i neuroni, sempre pressati da questo DOC DOC DOC DOC DOC, e soprattutto in modo da sminuire il doc, da renderlo più normale, da vederlo nelle cose di tutti i giorni proprio come se volessimo dirgli :<Hei bello, tu non hai nulla di diverso da una buccia di banana o da una felpa! Sei una cosa normale, NULLA DI SPECIALE! Quindi non ti atteggiare, non puoi permettertelo! > . E questo è sempre meglio di quello che molti di voi fanno! Perchè io ci rimango sempre più male quando nell'altra sezione leggo di chi crede di essere un "caso eccezionale" che apostrofa il DOC come un "raro e perfetto meccanismo"! Invece di avvalorarlo usa la testa e fai precipitare il suo valore, proprio come se fossero azioni in borsa!

Detto questo passiamo all'altro esercizio > strategia !

| | | | | | Strategia

Declassare il doc non è una cosa difficile, basta avere gli "strumenti" giusti! E noi in questa discussione li stiamo esponendo ed esplorando sempre di più . . .

Ascoltando la canzane di Jovanotti mi è scattato alla mente una sola cosa: il Ballo Mascherato!
Perchè?? Semplice . . . Anche se involontariamente egli dice <. . . Ognuno danza col suo demone ed ogni storia finisce bene > ed allora perchè non danzare con il nostro demonietto? Voi direte : <Questo sta fuori! E' una cazzata assoluta! >
Ed io ribadisco che la fantasia e l'immaginazione sono alla base del cambiamento! Quindi non fare lo scettico e unisciti a noi!
Ora leggete l'esercizio e dopo fatelo. . . lasciatevi trasportare dall'immaginazione, la trama è questa ma voi soffermatevi pure, se volete, suoi particolari! Mettetevi seduti sul divano o sul letto, magari con le spalle diritte e con mani e gambe rilassate: dovete immergervi nella fantasia!
Questo esercizio credo sia un buon metodo per esorcizzare questi "demoni"! E mi raccomando non fatelo compulsivamente!


||| Immaginatevi nella sala di questo ballo mascherato, lo stesso trattato negli interventi precedenti! Immaginate di essere mascherati e di vedere altre maschere intorno a voi: c'è la maschera della tristezza, quella del vittimismo, quella del doc da sfigato, quella del doc da relazione e così via. . . Immagina che loro non sanno che tu sei tra loro, non sano chi sei perchè pensano solo, egoisticamente, a loro stessi. Ed ecco che : stanno tutti danzando, sul sottofondo una musica non troppo forte fa muovere le coppie, tra le tante si intravede la tristezza che stringe forte il vittimismo e il doc sotto braccio con la monotona frase "Non ce la farò mai" ; D'un tratto però si spengono le luci ed il maestro invita tutti a cambiare le coppie, scambiandosi l'un con l'altro . . . Noi ci immettiamo nella " folla " e tra i tanti "demoni" scegliamo di ballare con uno: la tristezza. La musica non è molto movimentata eppure, prima di piazzare la bomba chiamata " felicità ", volete togliervi un sassolino dalla scarpa : umiliare questi "semi-dei che vivono in castelli inargentati" (cit. De Andrè)! Stringete forte a voi la tristezza e cominciate a danzare . . . Quando la musica si appresta a finire anche la delicata danza termina: ora vi togliete la maschera e date uno sguardo ai volti stupefatti dei cosidetti "demoni" che immobili aspettano una nostra mossa! Non c'è tempo per gli scherzi, c'è tempo solo di una forte risata! Si! Perchè siamo di fronte a loro e ridiamo, ridiamo e ridiamo! Una risata di cuore, una risata piena e vera... una risata che sta a significare :<Ah! Eppure non siete così intoccabili, non siete così immortali come fate creder di essere!>!

ORA IMMAGINATE DI LASCIARE LA SALA RIDENDO, SENZA FARE ALTRO, PERCHE' PER LORO QUESTO NOSTRO RIDERE NON SIGNIFICA ALTRO CHE LA FINE DELLA NOSTRA SCHIAVITU' E DELLA LORO PACCHIA!


-


Alla fine dell'esercizio sembra quasi come se la cosa fosse incompleta, come se non bastasse immaginarsi di ridergli in faccia! Eppure è proprio questo che lo rende a mio avviso particolare:
LORO CHE SI CREDONO SEMIDEI, LORO CHE VIVONO IN QUESTO CASTELLO INARGENTATO, LORO CHE RIDONO E SI CAMPANO DELLE NOSTRE DISGRAZIE, LORO CHE VENGONO VISTI COME IMMORTALI ORA SUBISCONO UNA PESANTE UMILIAZIONE, SUBISCONO LA PERDITA DELLA LORO " IMMENSITA'\GRANDEZZA "' DELLA LORO "IMMENSA POTENZA" ! VENGONO DECLASSATI NON APPENA NOI DANZIAMO CON LORO, PERCHE' UN SEMPLICE MORTALE DANZA CON UN "IMMORTALE"! VENGONO DECLASSATI NON APPENA NOI RIDIAMO, PERCHE' IL NOSTRO SORRISO E' LA LORO PEGGIORE DISGRAZIA!

Anche se sembra una grandissima cavolata posso confermare che non lo è! E sapete perchè?? Perchè non appena voi avrete letto questa storia e soprattutto avrete svolto questo esercizio capirete che oltre al rilassamento, oltre alla soddisfazione, oltre alla "sfida" lanciata a questi parassiti, avrete ottenuto CONVINZIONI NUOVE! E' COSI' CHE UN ESERCIZIO DIVENTA UNA STRATEGIA! E senza che vi sto a dire quali sono le nuove convinzioni, dovreste capirlo da soliiiiiiiiiiiiiiiiii ! ! !

Ed ora vi lascio con un motto, importante, che dice George Clooney : IMMAGINA , PUOI !
PMEmail Poster
Top
 
Williams
Inviato il: Giovedì, 27-Dic-2012, 20:34
Quote Post


Member
**


Messaggi: 136
Utente Nr.: 37
Iscritto il: 27-Dic-2012



# # Cambiare comportamento per sbloccare il cervello! # #

Qualcuno di voi avrà pensato che mi fossi fermato, altri avranno detto "Come al solito, comincia a stare bene e scompare", altri ancora avreanno pensato che sono ritornato per stare al centro dell'attenzione! Ah! Non so a chi rispondere per prima!

Ultimamente tra studio e servizi varo ho avuto veramente molto tempo... inoltre le strategie che mi venivano in mente mentre ero impegnato scomparivano appena avevo tempo ed ero pronto a scriverle!
Ora invece devo dirvi che sono stato "rapito" dal libro del Dotto Schwartz, giunto a me tamite pdf grazie a Jokerino!

Sinceramente non ho perso tempo, l'ho subito letto! Ma NON PER CERCARE LE PAROLI CHIAVE CHE MI AVREBBERO FATTO STARE BENE! BENSì PER ME è STATO, OLTRE CHE UN ESPOSIZIONE AL DOC, UN MODO PER STUDIARE IL PUNTO DI VISTA DI UN ESPERTO NEL SETTORE. . . IN QUESTO MODO HO PIU' IDEE SU COME SALUTARE IL DOC MA SOPRATTUTTO HO PIU' CONVINZIONI GIUSTE!

QUESTO PERCHE', A MIO PARERE, IL LIBRO STESSO è UN INSIEME DI CONVINZIONI ! Me ne accorgo dalle infinite parole spese a incoraggiare i suoi pazienti a cominciare a combattere, me ne accorgo anche solo dalla frase : < NON COMMETTETE L'ERRORE DI ATTENDERE PASSIVAMENTE CHE PENSIERI E IMPULSI ASSILLANTI SCOMPAIANO! >

Quello che scrivo io, che ha scritto Zanji, Giosmile, Danitek o altri "guru" di questo forum, sono cose che non si distaccano da quello che scrive Schwartz nel suo libro!

EGLI PARLA DI PAURA DELLA PAURA

EGLI PARLA DI COMBATTERE ATTIVAMENTE

EGLI PARLA DI NON COMPULSARE

EGLI PARLA DI PRENDERE IL TORO PER LE CORNA

EGLI PARLA DI LAVORARE DURO!

Non credete a quest'ultima?? Invece dovreste! Il Dottore cita degli scampoli di saggezza tra cui: "Tocca a te fare il lavoro pesante. Gli illuminati possono soltanto mostrare la via".

Io non mi ritengo un "illuminato" ma di certo posso mostrarvi la via da seguire per cominciare a stare bene, per cominciare a spostare il doc dai coglioni e vederci chiaro!
La truffa la state coltivando voi! COME?? CON LE VOSTRE COMPULSIONI, CON LE VOSTRE RASSICURAZIONI! VOGLIAMOM PARLARE DEGLI INTERMINABILI RAGIONAMENTI SUI VOSTRI PENSIERI??

ANCORA NON AVETE CAPITO CHE PIù GLIU DATE E PIù EGLI VUOLE??

NON CAPITE CHE AD OGNI COMPULSIONE O RASSICURAZIONE NE SUCCEDE UNA ANCOR PIU' GRAVE E POI ANCORA UNA E POI UNA E UNA E UNA!??
Ok ! CONTINUATE A STARE NEL VOSTRO CARO "CANTUCCIO", TRA UNA COMPULSIONE E L'ALTRA!

E TUTTO QUESTO PERCHE'? PERCHE? AVETE PAURA DI STACCARVI DALLA VOSTRA CONVINZIONE ERRATA! POERCHE' AVETE PAURA CHE IL VOSTRO DOC ABBIA RAGIONE SUL VOSTRO CONTO! PERCHE' SIETE DEGLI SFATICATI CHE NON VOGLIONO FARE UN EMERITO CAZZO PER CAMBIUARE LA VOSTRA CONDIZIONE!

_____ Dovete sapere che tempo fà anche io ero nelle vostre condizioni. . . Passavo ore e ore a compulsare, a rassicurarmi, a chiedere se anche la cosa fosse normale!
Ma col passafre dei giorni ho capito che tutto era normale e che la cosa ANORMALE ERA IL MIO ATTEGGIAMENTO! IO CHE UN GIORNO AVREI VOLUTO AVERE UNA FAMIGLIA, ESSERE PADRE,VIVERE SENZA PROBLEMI E CON SENERITA', NON RIESCO AD AFFRONTARE UNA MALEDETTA OSSESSIONE?
CHE PADRE SAREI? CHE MARITO SAREI? CHETRANQUILLITA' AVREI??
Allora capii che era arrivato il momento di faree qualcosa! Perchè volevo maledettamente cambiare! CAMBIARE ILMIO MODO DI VEDERE LE COSE! CAMBIARE IL MIO MODO DI PENSARE E DI ESPRIMERMI! CAMBIARE IL MIO CERVELLO!
Ed ora sono qua a chiedere a voi di cambiare! Perchè io lo sto facendo e ci sto riuscendo!
NON SI PUò AVERE TUTTO E SUBITO MA SE SI LOTTA, SE SI LAVORA SU SE' STESSI ARRIVEREMO A STARE BENE!

E LA COSA CHE OGGI MI FA ONORE E' CHE NON SONO IN CERCA DI RASSICURAZIONI O DI COMPULSIONI O DI RITUALI, BENSI' SONO IN CERCA DI ALTRE STRATEGIE PER CAMBIARE E PER SBARAZZARMI DI QUESTO INUTILISSIMO DOC!

Con Affetto Williams :hugs:
PMEmail Poster
Top
 
Williams
Inviato il: Giovedì, 27-Dic-2012, 20:36
Quote Post


Member
**


Messaggi: 136
Utente Nr.: 37
Iscritto il: 27-Dic-2012



# # Non sono io . . . è il mio Doc # #

Un interessante paragrafo del libro di Schwartz è sicuramnbte quello che parla del ridefinire: nulla di lontano da quello che in questo forum chiamiamo RIDIMENSIONARE!
Per ridimensionare intendiamo sminuire, declassare, rendere innocuo il nosto doc basandoci su parole, mezzi ragionamenti (si mezzi. . . perchè per ragionarne troppo si tende a compulsare o rassicurarsi o ad aggettivarlo come egli vorrebbe . . . Classico esempio è sfociare da "Il doc non vale nulla" a "Questo diavolo di doc è troppo forte per me" .. . Inoltre passare troppo tempo a parlare del doc è DOC stesso! Siamo qua per impegnarci a pensare ad altro, alla vita! NON AL DOC! ), comportamenti nuovi e convinzioni nuove!

Ridefinire invece è attribuire alle ossessioni, alle ansie, alle compulsioni i loro veri nomi! Far capire a se stessi e a quella parte non funzionante del cervello che si tratta di un problema BIOLOGICO!

Cosa c'è di tanto diverso?? In entrambi i casi osserviamo un fenomeno comune : far capire al nostro cervello che il doc e la sua valanga di sintomi non sono altro che "cazzatelle"! Ridefinire ci da la possibilità di attribuire la presenza del doc a un problema biologico e quindi non a un problema nostro, nel senso di ciò che vogliamo e ciò che non vogliamo! Ridimensionare invece è diverso solo per un aspetto: si declassa il doc! In questo caso il doc perde il suo valore di "demone" per passare a "demonietto" fino a giungere a qualcosa di più inutile! Gli priviamo della sua potenza!
In entrambi i casi la visione del Doc viene alterata e resa più leggera, come se si stesse parlando di qualcosa di ridicolo, di qualcosa che sta perdendo sempre più significato!

ALLORA APPLICHIAMO ENTRAMBI I METODI . . . GIUSTO PER PROVARE IL METODO SCHWARTZ! E' UNA STRATEGIA! NON PUò FAR ALTRO CHE MIGLIORARCI!

RIDEFINIRE : "Che cosa sono questi pensieri che mi assillano e mi angosciano?? "
La cosa importante è che dovete ridefinirli e quindi chiamarli con il vero stesso nome : sono ossessioni e compulsioni! NON SONO PENSIERI, NON SONO "VOGLIO LASCIARE LA MIA RAGAZZA\SONO OMOSESSUALE\ SONO PEDOFILO\ ECC ECC" MA SONO OSSESSIONI! NON SONO RITUALI O AZIONI CHE CI CURANO DAL DOC, SONO COMPULSIONI!
Teniamoci ancorati alla realtà! Lottiamo a dentri stretti contro le compulsioni, IMPEDIAMOCI DI ESSERE INDOTTI A RITENERE CHE LA SENSAZIONE DI BISOGNO DI CONTROLLARE O DI RASSICURARSI NASCA DA UNA NECESSITA' REALE!

Smettiamo di fare i finti tonti| Diamoci una mossa a lottare! RIDEFINIAMO E RIDIMENSIONIAMO QUESTO SCASSA MINCHIA!
PERCHE' LUI NON è ALTRO CHE UN SEMPLICE ERRORE BIOLOGICO!
LUI NON è ALTRO CHE UN ERRORE DOVUTO AL SURRISCALDAMENTO DEL MIO CERVELLO! PROPRIO COME CAPITA AL MIO STEREO O AL MIO COMPUTER CHE SI INCEPPA E MI FA SENTIRE LA STESSA SILLABA PER ORE E ORE!



ACCETTIAMO LA POSSIBILITà DI PERDERE SETTIMANE E SETTIMANE, MESI E MESI, ANNI E ANNI, CONTRO QUESTO FLEBILE NEMICO!!

Prossimamente VISITEREMO I DEMONI DELLA NOSTRA TESTA : ESORCIZZIAMO LE NOSTRE PAUREEEEEEEEE!
PMEmail Poster
Top
la dafne di händel
Inviato il: Giovedì, 27-Dic-2012, 20:37
Quote Post


Unregistered









Zanji mi aveva anticipato che eravate pieni di entusiasmo smile.gif
è bello leggervi, ragazzi wub.gif
siete motivatissimi!!
Top
 
Williams
Inviato il: Giovedì, 27-Dic-2012, 20:54
Quote Post


Member
**


Messaggi: 136
Utente Nr.: 37
Iscritto il: 27-Dic-2012



# # Con Virgilio nel nostro "inferno" # #

" Josh in effetti tendeva ad avere ricadute durante il trattamento terapeutico perchè, per sua stessa ammissione, abbassava la guardia quando i sintomi del doc erano spariti,per esempio dell'80 per cento.Di conseguenza ha dovuto fronteggiare gli stessi sintomi per un certo numero di anni, non riuscendo mai a sconfiggere quel diabolico disturbo poiché applicava il metodo dei quattro gradini solo quel tanto da ottenere un livello di conforto passabile. "

Scrive il Dotto Schwartz di un suo paziente. Josh da un certo aspetto mi riguarda... Io sono uno di quelli che una volta "superato" il doc mette da parte forum e strategie per fare la "bella vita"!

Eppure il doc non è superato finchè non c'è un mio radicale cambiamento! Devo cambiare io! e non aspettare che questo scenda dal cielo o che magari una mattina svegliandomi ragiono diversamente! Ora non ho pensieri "doccheschi" per la testa eppure so che se abbasso la guardia commetto lo stesso errore del nostro Josh! So che sono cambiato ma non tanto da riuscire a reagire in modo ottimale quando un giorno il doc riaffiorerà ... Perchè parliamoci con franchezza e diciamo la verità:<< IL DOC E' UNA MALATTIA CRONICA >> Sostiene il Dottor Schwartz. LO DICE LUI, IO NO HO LE BASI PER FARLO!

Eppure qualcosa mi dice che molti di voi stanno tremando al pensiero che il doc è cronico, che egli starà sempre con noi! MA TIRATEVI FUORI DA QUEL VOSTRO MONDO ANGOSCIOSO APRITE GLI OCCHI E COMINCIATE A CAMMINARE VERSO LA LIBERTA'! E' CRONICO PERCHE' è UN PROBLEMA BIOLOGICO, DOVUTO AL SURRISCALDAMENTO DEL CERVELLO!MA A NOI DEVE FREGARE UN CAZZO DI QUEST'ULTIMA SPIEGAZIONE! TANTO MENO DOBBIAMO SPAVENTARCI PER LA SUA CRONICITA'!

E' VERO NON POSSIAMO TOGLIERCELO DALLE PALLE, NE' POSSIAMO BUTTARCELO ALLE SPALLE, NE' ANCORA TROVARE UNA VIA DI FUGA, MA POSSIAMO COMBATTERLO! PERCHè CAPITO IL SUO MECCANISMO E COMPRESO LE MILLE STRATEGIE DIVENTIAMO PIU' FORTE DI LUI! ED ANCHE SE CI VERRA' A TROVARE NOI SAPPIAMO COME TRATTARLO!

INSOMMA SARA' ANCHE UNA MALATTIA CRONICA, MA QUELLO CHE NON E' CRONICO E' L'ANGOSCIA, L'ANSIA E LE ALTRE COMPONENTI CHE, PRESE CON GLI STRUMENTI GIUSTI, TENDO A CALARE E SCOMPARIRE! DI CRONICO RIMARRANNO SOLTANTO QUEGLI ASSURDI PENSIERI CHE UNA VOLTA PRIVI DI ANSIA E DI PREOCCUPAZIONI NON SARANO ALTRO CHE BUFFI PENSIERI!





Ma ora voglio esporvi una strategia . . . voglio portarvi nell'inferno della vostra mente e, passando da girone a girone, giungere fino alla punta di questo cono di dolore. Immaginate che Virgilio ci illustra questa punta finale del nostro "inferno". . .in questo cono vi risiedono i partecipanti di quel ballo mascherato. Al centro di tutti è la tristezza e tra i vari accompagnatori spunta la preoccupazione che affianca l'ansia e il senso di colpa... Ora smettete di immaginare questa sala e pensate ad una sola cosa: AL PENSIERO \ OSSESSIONE CHE FINO A QUALCHE MINUTO FA' VI HA TORMENTATO (SENZA SUCCESSO SE SIETE STATI BRAVI E SE AVETE SEGUITO LE "LEZIONI" PRECEDENTI)!
PRENDETE QUESTO PENSIERO E SCOMPONETELO:
Es. "Non amo la mia ragazza". . .Scomponiamolo in diversi personaggi:
Preoccupazione: non amo la mia ragazza, dovrei lasciarla, come farò?io la amo ecc ecc ecc...

Doc da relazione: Non ami la tua ragazza, lasciala, le fai del male! a chi prendi in giro? Guardi le altre, non provi niente quando è con te, quando la baci, quando fate l'amore . . . . .

Senso di colpa: non la ami, sei un vigliacco. stai con lei per sfruttarla! vergognati perchè la prendi in giro! eppure lei a te ci tiene. . . . ..

Scomponete quanto potete, anche in altri personaggi come il Sig Vittimismo o sua maestà la tristezza....
Una volta scomposti affrontate di petto questi pensieri\ossessioni! Usate la fantasia e puntate su una sola cosa: BENESSERE!

IMMAGINATE DI ESSERE NELLA CAMERA DA LETTO CON LA VOSTRA RAGAZZA\RAGAZZO, LEI\LUI VI GUARDA FISSO NEGLI OCCHI E SUSSURRA PAROLE DOLCI. TUTTO VA PER IL VERSO GIUSTO MA VOI DI COLPO DITE : < MI DISPIACE MA IO NON TI AMO! LASCIAMOCI! ADDIO! > . IMMAGINATE DI ALZARVI DAL LETTO E DI VEDERE CHE IL VOSTRO PARTNER PIANGE E PIANGE E VOI INVECE AL CONTRARIO VI FATE UNA BELLA RISATONA! IMMAGINATE DI RIDERE E DI STRARIDERE! E MENTRE LO FATE VEDE UN NANO SBUCARE DALL'ARMADIO CHE BALLA LA POLKA CON UN KOALA ! CONTINUATE A IMMAGINARE ALTRE MINCHIATE FINCHè POTETE!

Perche?? PERCHE' IN QUESTO MODO ABBIAMO ESORCIZZATO LA NOSTRA PAURA, IL CONTENUTO DELLE NOSTRE PREOCCUPAZIONI, DEL NOSTRO DOC! NORMALMENTE SENZA USARE LA FANTASIA E L'IRONIA, IMMAGINARE UNA SCENA DEL GENERE SIGNIFICHEREBBE CARICARSI DI ANSIA E ANGOSCIA ALL'IDEA DI DIRE AL NOSTRO PARTNER!

ALLORA INVERTIAMO TUTTO! INVECE DI ANGOSCIARCI SU UN CONTENUTO DEL DOC DOBBIAMO ASSOLUTAMENTE IRONIZZARLO E SORRIDERLO! MIRIAMO A STARE A PROPRIO AGIO NELL'OSSESSIONE! NO ANSIA, SI AL BENESSERE, ALL'IRONIA, ALLA FANTASIA!

Perchè come ricorda Christopher, paziente del Dottor Schwartz : <<L'importante è far sembrare l'ossessione quanto più possibile stupida e ridicola>>. E noi, caro Chistopher, con questo affronto di petto alle ossessioni ti stiamo seguendo lungo la via del cambiamento !

Un saluto!

Prossimamente: Progetto Cambiamento, Modi Per MIGLIORARMI!
PMEmail Poster
Top
 
Williams
Inviato il: Giovedì, 27-Dic-2012, 20:56
Quote Post


Member
**


Messaggi: 136
Utente Nr.: 37
Iscritto il: 27-Dic-2012



# # S'I Fosse Foco # #

Prendo Sputo da un breve brano di Faber per riprendere il mio diario!
Mi ero fermato per motivi di tempo altrimenti ne avrei scritte di pagine e pagine laugh.gif

Se io fossi "foco", diceva Cecco Angiolieri, ne farei di cose... Ma più che fuoco o altre cose egli voleva intendere se io fossi "farei".

Ma ora mi accorgo che egli ha ragione, ma che allo stesso tempo egli ha torto. Io non posso essere fuoco, non posso essere acqua, non posso essere Raffaello Sanzio o altro... però posso essere me stesso, posso essere il volto della fatica, il volto della vittoria, il volto di una vita tranquilla... Si! PERCHE' IO SONO PRONTO A CAMBIARE, SONO PRONO AD ESSERE "FOCO", PRONTO A TUTTO (compulsioni, rassicurazioni, rituali e altro cibo al Doc ESCLUSI) PER STARE MEGLIO!

SPESSO IN NOI SI NASCONDE, almeno come capita qualche misera volta a me, UN SENSO DI PAURA NEL CAMBIAMENTO, COME SE QUESTO POTESSE PEGGIORARE LE COSE. Ma io non do ascolto a questa vocina perchè sei tu DOC! IO STO CAMBIANDO PER STARE MEGLIO, PER LASCIARE DIETRO DI ME LA PAURA, L'INDECISIONE,L'INCERTEZZA! QUESTO NON SIGNIFICA CHE SARO' CORAGGIOSO O CHE NON AVRO' MAI PAURA! QUESTO STA A SIGNIFICARE CHE SONO PRONTO A RINUNCIARE ALL'INTOLLERANZA CHE MI AVVOLGE! è lei che scombussola la mia normale emozione!

Allora cambiando le mie idee, inserendo e sostituendo quelle convinzioni errate IO POSSO STARE BENE!

Volevo inoltre scrivere qualche riga per coloro che hanno paura di "convincersi" che questa ossessione avverarsi . . . Mi spiego meglio. Sono stato nel "giro" e so' che quando qualcuno vi chiede di lasciar scorrere i pensieri o di ridefinirli voi pensate "ma se li lascio scorrere non è che la mia mente accetta il pensiero e si auto-convince che è così ed io divento così? ". Allora aggiungete anche questo pensiero nella lista "Cosa Degrado Per Cambiare" perchè è il doc stesso!
Quindi allenati a ridefinire e riattibuire i pensieri!

Continua . . .
PMEmail Poster
Top
 
Williams
Inviato il: Giovedì, 27-Dic-2012, 20:56
Quote Post


Member
**


Messaggi: 136
Utente Nr.: 37
Iscritto il: 27-Dic-2012



# # " Scappò Via Con La Paura Di Arrugginire, Il Giornale Di Ieri Lo Dà Morto Arrugginito "# #


Sicuramente non è questo ciò che vogliamo . . . Almeno quello che voglio io!
Ma io sono pronto a scatenare le mie forze e la mia pazienza nei confronti del doc!

Perchè vedete, l'importante non è stare bene subito bensì è stare bene e basta! Anche se il doc vi assilla la vita voi non cedete! Pensate che le nuvole passano, che il grande muro si abbatte, che anche lui ha una fine se trattato in un certo modo! Create strategie, applicatevi a seguire una vostra cura MA NON FATEVI TRASCINARE NEI SUOI SOLITI SCHEMI PERCHE' COME BEN SAPETE è INUTILE DIRSI "SE FACCIO COME DICE TUTTO PASSERA'"! INUTILE RIPETERLO MILLE VOLTE!

Come dovete fare lo trovate in tutti i diari\discussioni presenti in questa strepitosa cartella!

Dai non perdiamoci in chiacchiere e preparatevi a leggere qualcosa che vi aiuterà! Un esercizio molto utile:

| Caro Diario |

Che cazzata è mai questa?? Un diario?? E che me ne faccio??

Una risposta: ci guarisci!

Un diario potrebbe essere una perdita di tempo, stare li a scrivere e scrivere (come faccio io in questa discussione) potrebbe essere un po noioso! Bhè ma anche lo studio è noioso eppure chi studia ed apprende riesce (escludendo i tempi di crisi) a trovare un lavoro, magari quello desiderato!
Io non vi chiedo di aprire un nuovo thread o di fare altro... vi chiedo di fare questo esercizio:
Scrivete su un diario quelli che sono i pensieri, gli stimoli e l'ansia provata nel momento in cui il doc agisce!
Siate gli <spettatori imparziali>! Come se foste una persona esterna che ascolta le parole di un'altra persona! Dovete essere precisi, scrivere il pensiero, quello che vi dice e quello che istintivamente vorreste fare (la compulsione dunque) per attenuare la vocina!

Ovviamente lasciate che la vocina insorga e che parli parli parli e parli... quello che dobbiamo fare è farla parlare, proprio quando ascoltate le parole di un amico che vuole sfogarsi: FATELA SFOGARE , CONCEDETEGLI QUALSIASI PAROLA, QUALSIASI TERMINE, QUALSIASI PREVISIONE DEL FUTURO! E MENTE LUI SI SFOGA NOI RIMANIAMO LI AD OSSERVALO, COME SE FOSSERO NUVOLE CHE SI SPOSTANO DA UNA PARTE ALL'ALTRA DEL CIELO FINO A SCOMPARIRE NEL NULLA! ESPONIAMOCI IN QUESTO MODO!

MENTRE I PENSIERI VENGONO NOI NON DOBBIAMO RISPONDERE N' DOBBIAMO REPRIMERLI: COME SE FOSSIMO UNA STATUA LASCIAMO CHE LORO SIAMO QUA CON NOI! Non vi dite nulla, osservate senza rispondere senza fermarlo senza farsi prendere dall'ansia!

DOMANDA PER WILLIAMS : <MA ALLORA A CHE DIAMINE SERVE SCRIVERE ??>

WILLIAMS RISPONDE: Ragazzo, scrivere serve per esporti in altri momenti della giornata! Dopo una giornata intensa prendiamo il nostro caro diario , anche foglietto, e leggiamo quello che ci è successo senza opporci ma ascoltando come la nostra parte emotiva reagisce!
Leggendo una semplice riga di quello che abbiamo scritto avvertiremo diverse cose.
Sentiremo qualcosa fremere dentro noi, sentiremo l'ansia venire a galla! Sentiremo la paura di aver scritto quella cose, una paura inspiegata! Avvertiremo ansia per un semplice pensiero ma quell'ansia avvertita deve essere un punto a nostro vantaggio... perchè? perchè il doc ne ha diversi e a me non va di etichettare anche questa sensazione al doc! ANZI QUESTA è MIA! Così ci spariamo una forte convinzione:

"La sento , la sento scorrere nelle mie vene,la sento salire lungo il mio collo. Sento che il mio collo si è irrigidito, che sono maledettamente teso! E' QUESTA LA SENSAZIONE DI VITTORIA! Si perchè ogni qualvolta sentirò questa ansia, questa paura, questa angoscia significa che ho fatto il mio lavoro: ho sottratto punti al doc! Perchè questa sensazione è la sensazione della vittoria! Con questa io riuscirò a vincere il doc! "

Vi accorgerete che a distanza di tempo leggendo quelle frasi che avete scritto sul vostro diario non proverete ansia... perchè la mente si abitua a percepirla come qualcosa di "normale"... l'unica cosa che avvertirete leggendo i vostri appunti è la noia perchè comincerete a scocciarvi di leggere queste cose, sempre le stesse! E GIA' QUESTA è UNA VITTORIA: AVVERTIRETE NOIA PERCHE' RITENETE CHE I PENSIERI SONO MONOTONI! < LEGGO SEMPRE GLI STESSI PENSIERI, MA CHE PALLE! NON MI FANNO PIU' ANSIA! DEVO TROVARNE ALTRI PERCHE' MI PIACE, PERCHE' COSì TI BATTO DOC!>

E NOTATE BENE UNA COSA... spesso i pensieri che ci mandano in tilt sono sempre gli stessi e noi avvalorandoli con compulsioni e risposte otteniamo un aumento di ansia! Più ne siamo spaventati e più ci fanno paura!

ALLORA ORA SAPETE COSA FARE!

Aggiungo una considerazione di un paziente del Dottor Schwartz :

"Ho scoperto che, tutte le volte che riesco a vincere un sintomo del doc, questo tende naturalmente a essere relegato in fondo al cervello o dimenticato. Ovviamente è proprio questo lo scopo della terapia, ma, se dimentichi ogni sintomo, finisci per dimenticare anche i tuoi progressi. Senza u promemoria scritto, la strada verso la guarigione è <come un viaggio ne deserto che tu hai intrapreso camminando all'indietro e cancellando contemporaneamente con la mano le tue orme. Così hai l'impressione di essere al punto di partenza"

Mi piace leggere quel libro perchè ne traggo spunto ma soprattutto perchè c'è l'impronta dei pazienti che esprimono le riflessioni sul doc e sul come personalizzare la terapia!

Chiappe in spalla! AVETE COSA FARE!
PMEmail Poster
Top
 
Williams
Inviato il: Giovedì, 27-Dic-2012, 20:58
Quote Post


Member
**


Messaggi: 136
Utente Nr.: 37
Iscritto il: 27-Dic-2012



# # Le Nuvole # #

Strano titolo di questo capitolo . . . Ed invece no . . . Oramai chi mi legge sa che niente è scontato e che ogni parola ha un suo valore e/o riferimento.
Questo Titolo deriva da un'intervista a un noto cantautore che , utilizzando metafore (cosa che a me piace particolarmente!), afferma: "Le nuvole. . . Sembra che il loro scopo fondamentale sia quello di mettersi tra noi e la luce del sole, come se volessero nasconderci qualcosa. . . "

La sua è una acuta osservazione psichesi.gif . . . Prendendo spunto da queste parole e da ciò che ha detto anast ho deciso di chiarirvi meglio le idee! Ma non sul doc, perchè oltra a saperne già troppo credo sia inutile mettersi a parlare di ciò che non ha senso e non deve avere valore!n Dunque darò un chiarimento su quelle che sono le strategie e sul come applicarle per lavorare meglio!

Molti tendono a passare una giornata intera vicino allo schermo accumulando nozioni e nozioni sulle strategie, altri leggono approfonditamente alcuni passaggi, altri ancora rileggono per ore e ore lo stesso paragrafo cercando di collegare questo con quello precedente. Capisco che mi viene a dire "Ma un capitolo dice una cosa e quello successivo dice l'opposto!| Ma stai bene?". Allora voglio facilitarvi le cose e chiarire il tutto.


______________________________


Partiamo da un concetto base: NON AVVALORARE E NON RISPONDERE AL DOC.

Questo è quello che bisogna applicare ogni volta si presenta un pensiero ossessivo, sia che ci attacchi l'ansia sia che l'ansia non giunga!

Capito questo passaggio tutto viene dietro. E' coma l'alfabeto! Imparate le lettere possiamo scrivere le frasi!


Appreso ciò possiamo passare alle altre fasi:

RIDEFINIRE. RIDIMENSIONARE. ATTRIBUIRE.

datemi tempo... ora devo staccare! Entro martedì completo tutto smile.gif
PMEmail Poster
Top
 
Williams
Inviato il: Giovedì, 27-Dic-2012, 20:58
Quote Post


Member
**


Messaggi: 136
Utente Nr.: 37
Iscritto il: 27-Dic-2012



# # “ La Maldicenza Insiste, Batte La Lingua Sul Tamburo ” # #

. . . Inizio questo capitolo con questo titolo per portarvi alla mente una cosa che sicuramente, doc o no, è un “problema” che ci creiamo inutilmente.
Spesso ci facciamo abbindolare da un pensiero iniziale su una persona, spesso invece da una situazione o da qualcosa su cui verte un nostro giudizio. Giudizio. . .
Si. . . il nostro giudizio e quello degli altri , ma più che altro una cosa : “APPARENZA”
Eh si. . . molte volte ci poniamo il problema di come apparire a una nuova persona, a un professore, a un familiare e tutto questo fa leva sul nostro giudicarci, tutto questo pesa nulla nostra stima o sulla nostra fiducia. “Ao! Questo ce sta a fa er corso avanzato de autostima! ” è un abbozzo del vostro pensiero leggendo questo capitolo eppure verificherete che tutto torna, che oltre ad avere un senso logico ne ha anche uno pratico!

Questo capitolo ha uno scopo principale: capire che noi non dobbiamo apparire, noi siamo già.

La parte ridicola di questa storia, di questa riflessione è proprio quello che noi vogliamo apparire in un certo modo. Apparire, sembrare, primo impatto ecc ecc non sono altri che cose da abolire sia per noi che per il nostro doc. Il doc verte su tutto quello che ci provoca dolore e risentimento, quasi come una provocazione, quasi come se fosse lì pronto a girare e rigirare il coltello nella ferita e/o piaga.
Allora continuare a trattare bene questa “carogna” significa solo farsi del male! Provo ad essere più chiaro con un esempio (astratto o no qual è il problema? Non voglio apparire in alcun modo!):
Williams un giorno doveva incontrare un professore per chiedere alcuni esercizi ma la paura di apparire come uno studioso negligente lo condusse a fare uno studio dettagliato! Questo perchè voleva per far capire al professore che era uno studente modello o almeno uno che studiava.

Ecco, un semplice esempio che dice tutto. Noi ci poniamo dei limito o meglio dei “punti” da rispettare e da evidenziare. . . siamo convinti che raggiunti questi punti possiamo sembrare persone diverse o possiamo sembrare quello che noi siamo. Dico questo perché noto in me la voglia di dimostrare il mio valore anche solo con l’apparire. Eppure mi accorgo che bisogna togliere queste dicerie dalla nostra testa., NOI SIAMO QUELLO CHE SIAMO, NOI NON DOBBIAMO PRESENTARCI O ALLUDERE CHE SIAMO COSI’ O CHE SIAMO COLI’: NOI SIAMO NOI, UNA PERSONA DEVE SCOPRIRE NOI STESSI NON SUBITO MA COL TEMPO.APPARIRE NON SERVE A NULLA!

Aggiungo che il voler sembrare è una sorta di strumento del doc. Io credo che il doc necessiti di molti stratagemmi per poter continuare a vivere e a dominare ed uno di questi è proprio il giudizio a primo impatto. Come se volessimo nascondere il proprio modo di essere e di fare, come se volessimo far capire alla persona che ci sta di fronte che noi siamo intelligenti, che noi siamo colti o che noi siamo ingegnosi. NULLA DI PIU’ FALSO. PORSI QUESTO PROBLEMA E’ DOC STESSO! NON ABBIAMO BISOGNO DELL’APPARENZA NE PER DIMOSTRARE NOI STESSI, IN QUANTO CI DEVONO SCORGERE GLI ALTRI, NE PER NASCONDERE LA NOSTRA IDENTITA’, IN QUANTO DOBBIAMO ESSERE NOI STESSI SENZA VERGOGNARCI E SENZA CREDERE DI ESSERE SCIOCCHI O “SFORTUNATI”.

NOI SIAMO NOI. NOI NON APPARIAMO, NOI SIAMO!

PARTE FINALE E CONCLUSIONE

“Per stupire mezzora basta un libro di storia”

Diceva De Andrè parlando del “matto” nell’album “Non al denaro, non all’amore né al cielo” . . .Un uomo considerato lo scemo del villaggio che cercava di far capire la sua intima personalità; egli però si lascia fregare dall’apparenza e dai giudizi a primo impatto degli abitanti del “villaggio” e decide di riscattarsi , per cercando di liberarsi della sua maschera di “scemo del villaggio”, imparando la Treccani a memoria. Eppure furono proprio gli altri a leggerlo “matto”.

A parer mio è il nostro troppo “pensare” sul nostro modo di essere che ci frega. Si . . . ci fa credere che facendo in un dato modo o cercando dimetterci in mostra, arriviamo ad apparire come noi vogliamo. Ma apparire non serve, basta il tempo a far capire come siamo e come non siamo!
Noi lo faccio per noi, noi lo facciamo per stare in pace con noi stessi, noi lo facciamo perche ci meritiamo tanto da questa vita! Una vita a soffrire non è vita, bensì è un’eterna speranza nella gioia e nella pace. Cambiamo noi stessi e cambiamo tutto. E’ questa la chiave, nessun rituale, nessun amuleto, nessun pensiero, nessuna scomunica dal cieo: E’ TUTTO NELLA NOSTRA MENTE, BASTA COMINCIARE A CAMBIARE GLI STUMENTI DELLA NOSTRA VISIONE DELLA VITA, BASTA USARE GLI STRUMENTI GIUSTI!

Questa e poi chiudo. Apparire in un certo modo è una componente del doc, almeno per mia ipotesi. Noi vogliamo apparire in un dato modo solo perché tendiamo a “nascondere” il nostro lato doccoso o peggio ancora perche non vogliamo che gli altri ci giudichino nello stesso modo in cui ci giudicano le nostre ossessioni. Dobbiamo abituarci ad apparire male, stravaganti, noiosi, egoisti, antipatici anche se non lo siamo minimamente! Anche se siamo l’opposto! Questo perché aumenta la nostra autostima, aumenta la fiducia in noi. Come può un parere negativo far bene a noi stessi?? E’ semplice: la vita non è fatta di rose e fiori , cominciare e/o accettare le negatività legate a noi e agli altri è il primo passo per avere una chiara visione del mondo ma soprattutto è il primo passo per aprirci maggiormente. Come se viaggiassimo in giro per il mondo scoprendo nuove tradizioni e nuovi paesaggi.
Io sono convinto che esperienze positive possano farci solo del bene ma questo non appena noi siamo pronti a ricavarne il bene! Continuare a sguazzare negli aspetti negativi significa , come direbbe Zanji, continuare a impastare la merda con le mani. . .Allora apriamoci cercando lo spiraglio di positività in ogni aspetto negativo! Ho il doc? Vivo convivendo con ossessioni? Bhe almeno continuando a combattere sono certo di avere la meglio ma soprattutto di cambiare in meglio (aspetto positivo); le persone nuove che ho incontrato mi hanno giudicato male o buffo per le stronzate che ho fatto in loro presenza? Benissimo! Ho la possibilità di sconvolgere la loro convinzione non appena mi conosceranno meglio e poi se ho toccato il fondo non posso fare di peggio!

TROVATE LA POSITIVITA’ IN TUTTO CIO’ CHE DI NEGATIVO CAPITA! Il doc può presentarsi in tutto e sotto ogni forma in quanto il nostro cervello è la fonte del doc! Persino nel voler apparire in un certo modo! Perché nutriamo l’intolleranza nel sembrare sciocchi o altro! Nutriamo l’incertezza e, cosa peggiore, nutriamo l’insicurezza di noi stessi! ALLORA SIATE POSITIVI, IGNORATE I PREGIUDIZI SIA DEGLI ALTRI, SIA QUELLI CHE VI CREATE VOI NEI VOSTRI CONFRONTI laugh.gif psichesi.gif
PMEmail Poster
Top
 
Williams
Inviato il: Giovedì, 27-Dic-2012, 20:59
Quote Post


Member
**


Messaggi: 136
Utente Nr.: 37
Iscritto il: 27-Dic-2012



# # " Quel Che Ti Fa Bene ” # #


Un capitolo diverso dagli altri anche se l’argomento di fondo è il solito: il cambiamento per liberarsi dal doc.
Ma sappiamo che cambiare significa anche sfruttare quello che può farci bene, quello che ci fa vivere in serenità, quello che ci da rabbia positiva, quello che ci spinge a studiarne mille e una contro il fottuto doc!
Scrivere in italiano, in inglese, alfabeto morse o con immagini significa cambiare il modo, ma non la sostanza!

Ma voi che siete uomini sotto il vento e le vele, non regalate terre e promesse a chi non le mantiene . . . io non regalo errori di saggezza eppure cerco di aiutarmi ed aiutarvi a stare meglio, a cambiare!
Penso che non si “vive” di sole strategie ma anche di un cambiamento di mentalità, oramai lo sapete!
Voglio invitarvi “ a cercare le parole sicure per farvi ascoltare”. . . Ascoltare non da me MA DA VOI STESSI! Cioè molto semplicemente voglio che voi parliate con il vostro cervello. . . Si si. . . proprio con quella parte che non possiamo gestire ma che, con opportuni messaggi, possiamo far comprendere quello di cui abbiamo bisogno facendola lavorare insieme a noi, anche se noi crediamo e pensiamo che lei non lo faccia!

Spiegandovi con estrema semplicità voglio che voi sfruttiate i vostri hobby e le vostre passioni varie per far lavorare tutto il vostro cervello . . . il suo lavoro può limitarsi anche al solo incrementare la nostra voglia di cambiare, di combattere, anche nell’infondere un briciolo in più di rabbia positiva. . . accontentiamoci di poco perché magari in futuro potrebbe fruttare di più.
Io stesso ho aperto questa discussione proponendomi di usare anche l’inconscio,

Come?? Attraverso messaggi sotto forma di “piacere”! Conoscendomi so che dopo qualche settimana sarei scomparso per ritornare quando il doc avrebbe fatto la sua comparsa. . . Eppure sfruttando il piacere riesco a scrivere senza quella voglia di mollare tale impegno di scrivere. “Waaa ma comm fai a sti cos?” Direbbe qualche compaesano leggendomi. Beh la mia risposta è questa: INTEGRIAMO TUTTO CON LA CURA, DAI LIBRI ALLA MUSICA, DALLA PESCA ALLA DANZA, DAL CALCIO AL LAVORO! Tuuttttooooooo!!
Io integro musica e letteratura! Mi piacerebbe integrare la filosofia e la storia, quest’ultima mi affascina da morire, ma anche la biologia e altre scienze! Ma non perché tutto fa brodo bensì perché tutto stimola il mio cervello, sia la parte cosciente che quella non cosciente! Una frase di un libro, una nota musicale o le parole di un brano diventano un messaggio inviato al mio inconscio per stimolarlo a fare di più per me! Sfrutto cose che mi colpiscono, cose che mi riguardano personalmente o che riguardano l’umanità. . .
Certo voi vi starete chiedendo:<ma chi mi dice i tuoi messaggi non vengono calcolati e che il tuo inconscio non ti aiuta?> Beh ti brucio subito rispondendoti che sono le 4 e 33 del mattino e mi è venuta la voglia di scrivere e di pubblicare questo che sto scrivendo e ciò è merito dello stimolo inviato all’inconscio tramite la musica ascoltata ieri! Ero uscito e una volta tornato a casa sarei potuto andare dritto in coma sotto le coperte a sognare qualcosa eppure mi trovo pieno di energie a scrivere per la mia guarigione! E questa energia è merito della mia parte conscia ma anche di quella inconscia che ha letto i messaggi e che mi da l’impulso e la voglia di scrivere! Ma non perché forzata, ma perché vuole diciamo uscire allo scoperto e godersi il piacere dello scrivere trattando di temi come la musica o la letteratura! Dunque , moooooooolto rozzamente, il mio inconscio ha come un orgasmo quando devo scrivere buttando in mezzo cose che a lui piacciono!

Allora io ora vi descrivo un strumento di cura che sicuramente sa come interagire con la mente: LA MUSICA!

Una sola composizione di note spesso ci fa perdere il filo del discorso, ci fa smettere di ragionare e ci apre ai ricordi, come se stessimo vivendo le stesse sensazioni dell’evento evocato . . .
Basta poco per perdersi tra ricordi e pensieri legati a quella musica, a quella sequenza di note. . .

Allora sfruttiamo questo punto debole dell’inconscio: la musica sarà il nostro cavallo di troia per entrare a contatto con lei! Come? Usiamo la musica pe ottenere energia, voglia, sete di vendetta e rabbia positiva!
Non so voi ma a me basta ascoltare una canzone e cercare di isolare alcune parole . . . Isolando un verso dove riesco a intravedermi nel personaggio del brano, ottengo un messaggio per il cervello! Ovviamente sfrutto canzoni che abbiamo un significato e che abbiano parole adatte a scagliarsi conto il doc . . . E’ più difficile a dirsi che a farsi! Eccovi allora alcuni esempi :

“E ti viene la voglia di uscire e provare, che cosa ti manca per correre al prato? E ti tieni la voglia e rimani a pensare come diavolo fanno -gli altri- a riprendere fiato? Da uomo avvertire il tempo sprecato a farti narrare la vita dagli occhi.”

Ecco in questo brano (Malato di Cuore, De Andrè) si parla di un malato di cuore che guarda gli altri correre e divertirsi mentre lui, a causa della malattia al cuore, è costretto a stare fermo lasciando che siano i suoi occhi a narrare la vita. . . Il seguito del brano non ci interessa (ascoltatela perché è molto bella) perché da queste poche righe riesco a dare un’interpretazione diversa, quasi polemica nei confronti di chi ha il doc e resta fermo nella cartella delle compulsioni!

Si. . . Come la interpreto? Beh immagino che le parole siano di un doccato che gli viene la voglia di provare a seguire il mio diario, quindi a correre nel prato; egli però, invece di cominciare a cambiare, si mette a pensare come fanno gli altri a riprendere fiato, come fanno gli altri ad avere la forza per combattere, e così cade nello sconforto tra vittimismo e doc da “sfiga”. Si avverte così il tempo che perde a farsi narrare la vita dagli occhi cioè il tempo perso a leggere discussioni di chi ce l’ha fatta e che ora vive la sua vita in serenità.
E sinceramente questo messaggio arriva al mio cervello! Con la velocità di un lampo e il frastuono di un tuono! Perché, se per mettete la parolaccia, queste cose fanno incazzare e dunque mi stimolano a fare di più per gli altri e per me!

__________________________________________________________________

Eppure a farmi incazzare, a darmi rabbia positiva, a darmi una “scossa” di energia per reagire è la storia . . . Non la storia del ‘200 e del ‘300. . . Io mi riferisco al confronto del passato con il futuro! Tempi lontani eppure così vicini! Cose che non cambiano, politiche che falliscono, uomini che per sete di potere fanno di tutto, uomini che si odiano . . . passano secoli e secoli, la tecnologia avanza, i bisogni si soddisfano, l’età media si allunga, le mode cambiano, le tradizioni si modificano, la cultura si sviluppa e si diffonde, il sapere diventa di tutti, i diritti dell’uomo vengono rispettati, la scienza ipotizza la nostra vera discendenza. . . Eppure dopo queste e molte altre cose evase da questa breve lista che sono andate in contro ad un evoluzione, una cosa è rimasta invariata: il comportamento dell’uomo! La storia si ripete! Uomini di governo, prendo loro perché trattati maggiormente nella storia, che non cambiano, che pensano al loro interesse, che evitano il bene degli altri. L’egoismo e la sete di potere rendono tutto così complicato, tutto così eternamente ciclico! Come qualcosa che non potrà mai variare perche in 2000 anni e oltre la mentalità dell’uomo è rimasta uguale! Questo mi fa venir voglia di cambiare, questo non è un semplice messaggio per il mio inconscio, no no perché suona più come una lunga lettera, altro che semplice messaggio! Spesso mi viene in mente ciò che Shakespeare disse, tramite Romeo, al mercante durante l’acquisto della dose di veleno : < e allora ecco il tuo oro, un veleno peggiore, per l'anima degli uomini, poichè produce piu' morte ,in questo odioso mondo, che queste pozioni che la
legge ti vieta di vendere. Sono io che do a te il veleno, e non il contrario.>



laugh.gif laugh.gif
Spero vi sia piaciuta la mia spiegazione ! Se non vi è piaciuta allora vi maledico perchè ho fatto le cinque e mezza! Porca zozza e com’è tadiiiii! Ciaoooooo B-) B-)
PMEmail Poster
Top
 
Williams
Inviato il: Giovedì, 27-Dic-2012, 21:11
Quote Post


Member
**


Messaggi: 136
Utente Nr.: 37
Iscritto il: 27-Dic-2012



# # “L’Equilibrio E’ Illusorio” # #

E’ bastato ascoltare 20 secondi di una scena del film “Fratelli In Erba” per trarre ispirazione e scrivere qualche appunto al riguardo. . .








Lui [Socrate] ci implora di dedicare le nostre vite alla conquista dell’autocontrollo”.

Questa frase mi fa pensare molto. Cosa intende Socrate per “autocontrollo”? Beh io per autocontrollo intendo dominare se stessi, dominare i propri impulsi, controllare la propria mente per gestirla al meglio, saper gestire una qualsiasi situazione, anche la più negativa!

L’invito è di Socrate ma è anche il nostro e per nostro intendo tutti noi che dominiamo questa cartella al fine di giungere a una conclusione, a un cambiamento sia per noi che per chi ci legge. Ma questo è anche un invito a partecipare insieme a noi!

“Autocontrollo”

Arrivare a questa condizione “mentale” significa intraprendere una lunga e faticosa strada. Nessuno dice che si arriva ad autocontrollarci o a stare bene ma è necessario muoversi dallo stato in cui ci troviamo. Il doc sembra essere qualcosa di insormontabile, qualcosa che è più forte di noi. . . Ecco: SEMBRA. . .

Nei precedenti capitoli vi ho invitato ad abbandonare i giudizi a priori ed è ovvio che mi riferissi anche e soprattutto al doc! Questo perché noi tendiamo ad aggettivare e dare giudizi ai nostri pensieri:

- Ho pensato che la non amo la mia fidanzata -> IL PENSIERO è REALE DUNQUE NON LA AMO

- Ho pensato di essere omosessuale ->IL PENSIERO è REALE DUNQUE SONO OMOSESSUALE

E così continuando. Dunque il nostro errore sta nel dare subito un giudizio ai nostri pensieri ed infatti li etichettiamo come “veritieri”. Sappiate che definire se qualcosa è vera o no è un processo lungo. Ma a noi non interessa definire nulla se non cambiare il nostro atteggiamento, l’atteggiamento che permette al doc di continuare a vivere a nostre spese!

Socrate ci implora di giungere a una condizione di autocontrollo perché solo questo ci da la possibilità di giungere alla conoscenza! La conquista dell’autocontrollo è un
“contrastare quelle forze che indeboliscono o confondono la conoscenza in questo mondo”.
Senza dubbio queste parole sono belle, incisive e danno stimolo a reagire eppure è come se non si conoscesse gli strumenti per farlo. Tengo a precisare che anche questa è apparenza in quanto a noi sembra. . .

Gli strumenti sono in questo forum e vengono citati giorno per giorno da noi che vogliamo cambiare e liberarci dal doc!

Noi dobbiamo affrontare le paure

Noi dobbiamo sopprimere la voglia di rispondere al doc

Noi dobbiamo essere indifferenti a ogni pensiero o ogni emozione che deriva dal doc

Noi dobbiamo sopprimere le risposte emotive

Noi dobbiamo lasciare che tutto scorra senza “filtrare” pensieri e senza fare ragionamenti favorevoli al doc

Noi dobbiamo cambiare noi stessi, cambiare le nostre convinzioni errate

Noi dobbiamo scrivere, usare la fantasia e le strategie tratte da questa


Ecco gli strumenti! Più sono le idee e più si va lontano!



Un’altra frase che mi è rimasta impressa è la seguente:

“L’equilibrio necessario per una vita felice è illusorio e che quando a causa della presunzione, insita nella natura umana, pensiamo di averlo raggiunto ci illudiamo di essere divini e finiamo per schiantarci, come un Icaro in fiamme in mare”

Senza dubbio queste parole sono molto profonde. . . Stimolano a scrivere e a comprendere maggiormente. . .

Il significato di tale frase può essere interpretato tenendo conto della nostra “condizione” : L’equilibrio sopra citato non è altro che l’equilibrio di un doccato che crede di aver raggiunto la “felicità” e dunque la “guarigione”, ma questa è solo presunzione perché ci crediamo di essere appunto “divini” e, proprio per questa presunzione di essere una divinità ( e quindi presunzione di essere i migliori e i “divini” in quanto abbiamo superato il doc ) finiamo per schiantarci come un Icaro, cioè finiamo per ricadere nel monotono gioco del doc, che ci appare più duro e più insormontabile .

Tutto questo è riferito a chi, come spesso ho fatto io, crede di aver superato il doc e dunque si dedica alla propria vita non proseguendo il suo “percorso” iniziato su questo forum! NON ILLUDETEVI! NON BASTANO 5 PAGINE PER LASCIARSI ALLE SPALLE IL DOC! SAPPIATE CHE ESSO E’ CRONICO E CHE STA A NOI CAMBIARE MODO DI PENSARE, DI REAGIRE IN PARTICOLARI SITUAZIONI E DI RELAZIONARCI CON IL MONDO!

SIAMO NOI CHE POSSIAMO MANDARE VIA IL DOC E I SUOI STRETTI COMPAGNI. COME? IMPEGNIANDOCI SEMPRE E ABOLENDO LA NEGLIGENZA E LA NOIA DI FARE E APPLICARE!


DIAMOCI UNA MOSSA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
PMEmail Poster
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 0 (0 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Topic Options Pagine : (3) [1] 2 3  Reply to this topicStart new topicStart Poll

 



[ Script Execution time: 3.0715 ]   [ 19 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]

Skin Created by Scyth (Shadowillusions.com)